Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Enerqos (Monza): un miliardo di euro per il fotovoltaico

La Enerqos, produttrice di pannelli fotovoltaici con sede a Monza, si è aggiudicata un investimento di 1 miliardo di euro da parte della banca d’affari NexEnergy. Il contratto prevede l’acquisizione e lo sviluppo di impianti di produzione in Europa nei prossimi 5 anni.

Il comunicato stampa:

NextEnergy Capital, banca d’affari europea specializzata nel settore delle energie rinnovabili, ed Enerqos, società monzese leader nella costruzione di sistemi fotovoltaici, annunciano oggi la firma di uno dei più importanti accordi mai siglati prima in Europa nel settore dell’energia solare. Il contratto prevede l’acquisizione e lo sviluppo di impianti di produzione di energia solare in Europa nei prossimi 5 anni. L’investimento totale di NextEnergy Capital sarà di 1 Miliardo di Euro. Enerqos realizzerà gli impianti fotovoltaici “chiavi in mano” utilizzando le tecnologie più avanzate, fra le quali un sistema proprietario ad inseguimento solare biassiale.

La società gestirà tutte le fasi di realizzazione, dall’approvvigionamento dei materiali, alla costruzione dei sistemi fino alla gestione e manutenzione. Sarà, inoltre, creato un sistema di gestione remota, basato su un sistema operativo brevettato da Enerqos, al fine di offrire avanzati servizi di gestione e controllo. Sono già stati progettati i primi impianti di produzione di energia solare che verranno realizzati in Italia e Grecia.
“La partnership con Enerqos rappresenta il primo passo nella creazione di una piattaforma pan europea di investimenti nel mercato dell’energia solare. La capacità di investire in modo flessibile in un’ampia gamma di progetti e le nostre competenze specifiche nel settore, fanno di NextEnergy Capital un partner unico nel mercato delle energie rinnovabili. L’ esperienza e la competenza del nostro team permetteranno ad Enerqos e ai suoi clienti di crescere rapidamente in questo mercato – ha commentato Michael F.H. Bonte-Friedheim, cofondatore di NextEnergy Capital.
“Questo accordo con NextEnergy supporta la nostra strategia di sviluppo nel lungo periodo e
conferma la validità della nostra scelta di espansione in tutta l’Europa. Gli impianti solari che
saranno realizzati per NextEnergy dimostreranno gli elementi distintivi e unici della nostra
offerta per supportare la sostenibilità degli investimenti dei nostri partners” – ha commentato
Marco Landi, Presidente e co-fondatore di Enerqos.
Stefano D.M. Sommadossi, co-fondatore di NextEnergy Capital, ha aggiunto:
“Condividiamo con il management di Enerqos l’approccio strategico al mercato dell’energia
solare, un mercato in rapida crescita e abbastanza maturo da richiedere investimenti a lungo
termine e un’ evoluzione del ruolo degli operatori che vi operano”.
Mauro Marcucci, Amministratore Delegato e co-fondatore di Enerqos, afferma: “Il nostro
know-how tecnico e progettuale e gli esclusivi servizi di gestione e manutenzione ci hanno
portato alla firma del maggior accordo commerciale mai siglato tra aziende europee nel
settore dell’energia solare. La partnership con NextEnergy Capital sarà linfa vitale per la
nostra strategia, finalizzata a diventare il miglior System Integrator fotovoltaico in Europa”.
NextEnergy Capital ricerca opportunità di investimento in energie rinnovabili (solare
fotovoltaico, eolico, biomasse, idroelettrico, geotermico) e ha in corso di negoziazione
numerose operazioni nel settore. La società offre servizi di consulenza per lo sviluppo di
progetti in fase iniziale, per la costruzione di impianti e per la gestione di asset esistenti,
direttamente o attraverso i propri fondi.
Enerqos ha sviluppato un’ ampia gamma di Servizi a Valore Aggiunto (VAS) specificamente
dedicati alla installazione e gestione di campi fotovoltaici; la qualità della sua offerta EPC
(Engineering, Procurement and Construction) è garantita da un forte vantaggio tecnologico e
dall’utilizzo di materiali di prima scelta.

  • Davide T. |

    Davvero sensazionale. Questo forse è il segno che si aspettava affinchè il fotovoltaico venga davvero preso in considerazione!

  Post Precedente
Post Successivo