Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cronache di Twitter

Come ha scritto ieri sera Luca Sofri: "la mainstreamizzazione di Twitter in Italia ha concluso il suo ciclo: Fiorello che parla di Twitter in prima serata Rai Uno con Chris Martin". In Italia il momento di Twitter è adesso. Era il social network dell'essenziale, ma forse anche questo termine non vale più: è vero che il limite per ogni tweet è di 140 caratteri, ma c'è chi ne fa 50 al giorno e ne retweetta altrettanti. La sua popolazione fino a ieri era fatta di early adopter, divisi tra curiosi di internet, tecno-dipendenti, blogger più o meno influenti, ex blogger, professionisti della comunicazione, aziende che sperimentano ogni forma di contatto con i clienti. In Italia non prende, si diceva. Un po' per stigmatizzare la differenza con il successo clamoroso di Facebook, un po' con la soddisfazione per la tutela di uno spazio in un certo senso elitario. La grande differenza con gli Stati Uniti, dove Twitter era un fenomeno già tre anni fa, era dettata anche dalla sua popolazione. Kevin Spacey parlava dei suoi prossimi film, diverse modelle mettevano online foto sfiziose, Demi Moore faceva vedere il suo meraviglioso sorriso appena uscita dal dentista (senza un dente). Da noi, invece, le star sono arrivate con calma. Ora calciatori, Valentino Rossi con le sue decine di migliaia di fan, Fiorello. Molti giornalisti. Ieri si è diffusa, accolta con un misto di terrore e sarcasmo, la notizia che anche Jerry Calà stesse per cantare in 140 caratteri. Era un fake, tutti più tranquilli. Però ieri sera Fiorello ha parlato di Twitter in tv con oltre il 40% di share. E oggi è nato l'hashtag #VoglioSuTwitter, come fosse una lettera per Babbo Natale. Potrebbe nascere un nuovo genere: le notizie di e su Twitter. Quella del giorno è certamente l'arrivo del ministro degli Esteri Giulio Terzi. Dovrebbe trattarsi del profilo ufficiale – come dice lui stesso in un tweet – ma occorre prudenza. Ci sono alcuni profili falsi di Mario Monti e l'altro giorno è stato chiuso il fake di Palazzo Chigi.

UPDATE: ho chiamato la Farnesina, che conferma l'ufficialità del profilo twitter del ministro degli Esteri.