Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Google, l’open source per la ricerca

Dopo l’Eco-Patent Commons di Ibm, Nokia, Pitney Bowes e Sony, un’altra idea di Open source per la ricerca. Viene da Mountain View. Visto che negli uffici di Google non dormono mai, secondo Wired starebbero pensando a una massiccia repositiry dove inserire terabyte di dati scientifici, disponibili online su research.google.com. Tutti gli scienziati avrebbero la possibilità di inserire le proprie ricerche. Tutti gli utenti potrebbero accedervi. Una specie di Wikipedia, un po’ più colta e molto ambiziosa. L’anticipazione è ripresa da TechCrunch. Secondo cui potrebbe chiamarsi "Palimpsest"…

  • Davide T. |

    Certo chi potrebbe capire tali ricerche se non un ricercatore? Però resta pubblico, buono almeno per voi giornalisti…

  Post Precedente
Post Successivo