Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Da Vespa rinnovabili vs nucleare

Ieri sera ho visto Porta a Porta. C’erano Bertinotti e Casini. A un certo punto si è parlato di energia. Bertinotti ha sostenuto l’importanza delle rinnovabili. Casini gli ha risposto quasi con compassione: "guarda che si tratta di percentuali bassissime, anche la Germania arriva appena al 4-5%". "Sì, ma vogliono arrivare al 40%", ha replicato Bertinotti. Casini ha detto che ci vorrano un sacco di anni per fare sviluppi significativi. Non ricordo bene il numero, mi pare una decina. Poi ha introdotto il nucleare come soluzione al futuro fabbisogno energetico. E allora è stata la volta di Bertinotti: "nel nostro Paese non potremmo vederne i benefici per vent’anni!".
Siamo sicuri che su un tema del genere valga la pena di valutare solo soluzioni che ci sono adesso? Mi pare che il tema sia come superare lo status quo, non come mantenerlo. Non è un argomento che andrebbe affrontato pensando al lungo periodo? E magari con uno sguardo laico? A vedere il dibattitto ho avuto l’impressione opposta. Da una parte e dall’altra. Ma magari mi sbaglio.

  • Davide T. |

    Per me non è affatto un discorso laico o non laico… è una questione di scelte, oggi ci si rende conto che il nucleare è pur sempre una risorsa limitata, mentre le rinnovabili sconfiggerebbero una volta per tutte i mostri legati all’esaurimento delle risorse. Purtroppo vista la tarda ora in cui questi programmi vanno in onda, non ho mai occasione di seguirne qualcuno… poi sono sempre così lunghi nei discorsi questi politici…

  Post Precedente
Post Successivo