Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A un certo punto, all’improvviso

Ogni volta che si parla di rinnovo degli incentivi alle rinnovabili (qui in realtà si parla di tagli) si assiste al solite triste siparietto. Annuncio di tagli drastici, associazioni sul piede di guerra (alcune con posizioni ragionevoli, altre meno), bozze di decreti che circolano liberamente, poi il passo indietro. Vediamo cosa deciderà il Consigli dei ministri di domani. Resta un fatto. Le direttiva di cui si parla è quella che deve adeguare il nostro paese alla normativa europea. Qualche anno fa parlavo con un amico che fa ricerca nel fotovoltaico. Gli dicevo che per l'Italia poteva essere una grande opportunità. Lui, cinico, mi diceva "sì, ma si rischia anche di fare delle discrete figuracce". Alcune cose hanno funzionato: non credo a chi descrive il settore – come va di moda dopo l'inchiesta di Report – in termini catastrofici. Resta il fatto che succedono cose bizzarre. Com'è possibile che d'improvviso ci si accorga che il fotovoltaico ha quasi raggiunto il target europeo con 9 anni d'anticipo? E pensare che il rinnovo del Conto energia è cosa di pochi mesi fa.